Surplus

Lo stile di vita che il vangelo ci disegna si sviluppa su due dimensioni apparentemente opposte ma, in realtà, entrambi imprescindibili. La prima l’abbiamo incontrata nel numero precedente, è la “normalità”, la sua capacità di penetrare nella vita quotidiana e portare vita ai nostri giorni qualunque. Le piccole cose e i gesti più ordinari acquistano così un valore di eternità. Questo però non significa affatto che l’obiettivo dei cristiani sia quello di trascorrere una vita placida, abitudinaria, segnata dalla piccineria di orizzonti. C’è una seconda dimensione che completa la prima, riassunta dalla frase di Gesù: «Nessuno ha un amore più grande di questo: dare la vita per i propri amici». L’esistenza secondo il vangelo è anche prontezza a compiere gesti straordinari, perfino a morire per gli altri. Per un motivo semplicissimo, perché l’amore non ha misura. La vita di Gesù è stata continuamente costellata da comportamenti di questa natura: la donazione di sé anche nei momenti di maggiore stanchezza, le carezze al corpo ripugnante dei lebbrosi, il perdono offerto ai nemici, l’altruismo conservato fino all’ultimo respiro. Ogni cristiano continua ad essere chiamato alla disponibilità verso atti d’amore non ordinari, non dovuti, coraggiosi. A questo proposito è utile tenere presente che molte pratiche di attenzione agli altri, giustizia e rispetto che fino a pochi decenni fa erano abbastanza diffuse e naturali oggi sono diventate straordinarie. La loro attuazione richiede quindi un surplus di amore e di coraggio. Alcuni esempi: donare tempo e presenza agli altri, prestare ascolto al dolore altrui, scegliere la sobrietà, rinunciare al lusso, non usare parole cattive, non cedere alla volgarità, non diffondere notizie che non siano verificate, lavorare con onestà, donare anche del nostro necessario, curare l’amicizia con i giovani o, se giovani, con gli adulti, non tralasciare l’eucaristia domenicale nonostante la stanchezza accumulata in settimana. Sono comportamenti che oggi presuppongono una scelta e, spesso, un sacrificio significativo, il loro frutto è però seducente perché possono rendere i cristiani di nuovo sale della terra..

0 Commenti a “Surplus”


  • Nessun commento

Lascia un commento

Codice di sicurezza: