Il Natale ci scombina

Il Natale porta con sé una novità che scombina la nostra visione del mondo. Dio sceglie di cambiare prospettiva, il creatore si fa creatura, vuole vivere la vita dalla parte degli uomini. Poteva restare beato nella felicità perfetta del suo paradiso, invece ha pensato a noi, ci ha messo al primo posto, prima di se stesso ed è venuto ad abitare sulla terra. Ecco perché il Natale ci apre gli occhi su un punto chiave che può cambiarci in profondo e farci fare un passo fondamentale. Quale? La scelta di volere il bene degli altri. Tutti siamo portati per natura a cercare il nostro bene e a relativizzare quello altrui. Perseguiamo inevitabilmente la nostra realizzazione, la nostra salute, la nostra sicurezza e, al massimo, quella della nostra famiglia e dei nostri amici più stretti. La novità del Natale invece inizia proprio lì, quando ci mettiamo il problema della realizzazione, del benessere, della felicità di tutti gli altri. Qui tutto cambia, il mio modo di valutare le cose, le mie priorità, la mia partecipazione alla vita sociale. Prima di tutto è necessario che ognuno di noi compia una rivoluzione copernicana. Non più io al centro del mondo, non più solo il mio bene da cercare, ma anche il bene di chi non appartiene alla mia famiglia, al mio paese, alla mia borgata, alla mia nazione. Nasce una prospettiva nuova, iniziamo a guardare la vita dalla parte degli altri, a fare nostro il loro punto di vista, a sforzarci di capire la loro situazione, le loro necessità. Una bella sfida, perché la ricerca spasmodica dei nostri vantaggi si nasconde dove meno lo aspetteremo, spesso proprio in mezzo a quello che ci illudevamo fosse altruismo. Non possiamo esimerci da certe domande: mi prodigo per gli altri in modo che si facciano un buon concetto di me o per essere davvero loro utile? Correggo chi ha sbagliato perché possa migliorarsi o per fargli pesare l’errore? Sono ancora capace di gratuità? Quanto lavoro occorre fare in noi stessi, ma la posta in gioco è alta e ne vale la pena, volere il bene degli altri è la cosa che più di ogni altra ci rende umani.

Auguri di un bellissimo Natale a tutti voi di San Francesco al Campo e a quelli che leggeranno il nostro bollettino!

 Dicembre 2016

0 Commenti a “Il Natale ci scombina”


  • Nessun commento

Lascia un commento

Codice di sicurezza: