Scoprirsi inutili

«Siamo servi inutili». Ho letto queste parole stamattina nel vangelo di Luca. Dopo la perplessità iniziale mi sono dato tre ragioni che voglio condividere:

1. Devo riconoscere che esprimono la verità, ma non è una verità deprimente. Non siamo per niente utili a Dio, non ci ha creato perché sentiva la mancanza di qualcosa, ma per assoluta gratuità, semplicemente per la nostra gioia di esistere.

2. Da questa iniziativa di Dio capisco anche cosa vuol dire essere “servi”: agire senza utile, senza pretese di contraccambio, senza rivendicazioni, in modo disinteressato, per il semplice gusto di dare.

3. Sempre nel vangelo di Luca c’è una breve parabola che, se l’accostiamo alle parole di oggi, stupisce. Parla ancora di servi che attendono il padrone nella notte. Aspettandolo non cedono al sonno ma si danno da fare in casa. E quando lui arriva avviene una cosa sorprendente: «… in verità io vi dico, si stringerà le vesti ai fianchi, li farà mettere a tavola e passerà a servirli».

E qui la crudezza di Gesù getta la maschera e mostra il suo volto rivoluzionario.

0 Commenti a “Scoprirsi inutili”


  • Nessun commento

Lascia un commento

Codice di sicurezza: